ENAPRA – Ente Formazione Confagricoltura

12 Ott

E-Skill: perché sono importanti le competenze digitali

Novità

E-Skills: gli ultimi dati dall’osservatorio prospettano un lavoro sempre più smart, collaborativo e interconnesso. L’AgID si sta già muovendo in questa direzione con nuove linee guida, come quelle sulle professionalità ICT. Come non essere impreparati al cambiamento?

Parlare di e-skills, cioè di “competenze digitali”, non è semplice. Si spazia da quelle più specialistiche, ad appannaggio dei professionisti del settore informatico, ai rudimenti base utilizzati da tutti coloro che lavorano o semplicemente usano uno smartphone. In questo scenario ampio e articolato, l’Osservatorio delle competenze digitali ha elaborato il suo ultimo report – frutto dell’analisi effettuata da diverse associazioni di categoria ANIA, ANITEC, ASSINTEL, ASSINTERITALIA – dove ha evidenziato una crescente pervasività del digitale nelle professioni. In particolare, nei processi di supporto e management e in quelli di Core Business, c’è stato un incremento, dal 2014 al 2017, rispettivamente del 4 e 2 per cento.

È, sicuramente, necessario un mix di capacità tarato sulla base del settore di attività: Applicate e di Gestione (come usare strumenti e software per la gestione sia nei proces- si operativi che decisionali); Tecniche ICT legate a soluzioni, piattaforme e linguaggi di programmazione di base per l’uso quotidiano di strumenti informatici; di Brokeraggio Informativo per utilizzare strumenti informatici per la comunicazione aziendale. A queste si aggiungono poi le cosiddette competenze trasversali come il problem  solving, il team working, il pensiero creativo, la gestione del tempo e la comunicazione. Un dato è certo. La preparazione inizia tra i banchi di scuola ma non può fermarsi qui. I processi di aggiornamento e riconversione del personale hanno un ruolo centrale per le aziende che vogliono rimanere al passo con l’innovazione. La Pubblica Amministrazione non è estranea a queste esigenze, crescendo l’attenzione all’adeguamento delle competenze tecnologiche e manageriali. I processi di formazione del personale, la diffusione di un’adeguata e-leadership riguardano, indistintamente, pubblico e privato.

Per questo, l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) promuove la diffusione delle e-skills, le competenze digitali, non solo nelle aziende o nelle scuole, ma anche nella PA. Come? Lavorando su più fronti. Il primo è la catalogazione delle competenze digitali di base, prendendo a riferimento il modello europeo DigComp 2.1. Il secondo è l’elaborazione del “Dizionario dei profili di competenza per le professioni ICT”, un vademecum aggiornato sulle competenze digitali specialistiche che devono essere possedute da chi lavora (o vuole farlo) nel settore delle tecnologie informatiche.

L’obiettivo del Dizionario è quello di definire in modo chiaro ventitré profili professionali normati, i quali sono raggruppati in sei aree: Business Managment, Tech-nical Managment, Design, Development, Service & Operation, Support. Alcuni dei profili hanno una ulteriore specificazione. Sono i professionisti di “terza generazione”, come ad esempio, il Responsabile di sistemi per la gestione della sicurezza delle informazioni, il Web Project Manager, il Digital Strategic Planner, l’E-Commerce Specialist.

In realtà, implicita nel Dizionario, c’è anche un’ulteriore finalità: la creazione di un lessico comune per semplificare il rapporto tra PA e fornitori. Il linguaggio è proprio il primo strumento per una reale trasparenza dell’attività negoziale, permettendo una verifica dei prodotti e dei servizi offerti.

Una conferma in più che le attività dell’AgID sono quanto mai trasversali e complementari tra loro e vedono protagonisti cittadini, imprese e Amministrazioni.

(fonte: www.cliclavoro.gov)

 

Indirizzo

Corso Vittorio Emanuele II, 101 - 00186 Roma

Telefono

+39.06.6852431

Email

info@enapra.it

Contatti

Corso Vittorio Emanuele II, 101
00186 – Roma
Tel: +39.06.6852431
E-mail: info@enapra.it
Pec: enapra@pec.confagricoltura.it

Dati Aziendali

Enapra - Ente Nazionale per la Ricerca e la Formazione in Agricoltura
CF. 80077290585
P.I. 05349881002

Carta della qualità

Seguici su